Public Speaking, come stabilire un contatto visivo
con la tua platea

  • Home
  • Blog
  • Public Speaking, come stabilire un contatto visivo con la tua platea
donna che parla in aula

Spesso gli speaker tendono a guardare i propri appunti o il pavimento. Si tende anche a guardare sopra le teste dell’audience o negli spazi a lato. È normale che questo avvenga di tanto in tanto, ma ricorda che quando guardi altrove rispetto a chi ti ascolta, stai creando una barriera. Il contatto oculare riduce questa barriera. Puoi guardare altrove per pensare e riordinare le idee, ma ritorna alla tua audience quando parli.

Vuoi stabilire un contatto oculare con ogni persona? Informati su chi sono le persone maggiormente influenti nella sala e guardale quando stai esprimendo un argomento rilevante; ma non parlare solo a loro. Come potrai immaginare, guardare una sola persona per troppo tempo la farà sentire in imbarazzo.

Vuoi scoprire e apprendere le migliori tecniche per parlare in pubblico costruendo un messaggio interessante, empatico e persuasivo? Ti aspettiamo il prossimo 14 Giugno a Roma con il nostro workshop “Tu sei il tuo messaggio”! Contattaci ora per avere tutti i dettagli!

Come orientare e muovere lo sguardo sulla platea

Ricorda che puoi dividere la sala in 3 fasce:

  • Laterale destro
  • Centrale
  • Laterale sinistro

Muovendo lo sguardo in queste tre direzioni farai sentire tutta la platea coinvolta in egual modo. Ciò ti induce a rallentare e a connetterti con ogni persona. Ti aiuta anche a calmarti e ad essere presente. Se muovi i tuoi occhi su e giù per la sala assorbi troppe informazioni e rischi di essere sovraccaricato da ogni sguardo che incroci.

Infatti, uno dei problemi del contatto oculare è che inizi a raccogliere indizi provenienti dal pubblico e potresti notare che l’uomo seduto di fronte in prima fila sta avendo un intenso scambio di messaggi tramite il suo telefonino o la donna che siede a lato guarda altrove o che qualcuno nelle file posteriori ha le braccia incrociate e il viso imbronciato. Tendiamo a sopravvalutare questi segnali.

Come uno speaker comunica attraverso il suo linguaggio del corpo, allo stesso modo fa l’audience, che comunica con noi più o meno intenzionalmente.

Le braccia incrociate possono significare che la sala è fredda. Un broncio può scaturire da una lite che una persona ha avuto coi suoi figli quella mattina. Una testa attaccata a un cellulare può significare che stia risolvendo una situazione estremamente urgente. Nessuna di queste cose è colpa tua e non lasciare che ti influenzino negativamente. Domandati, invece, cosa posso fare per riconquistare la loro attenzione?

Hai trovato utile questo articolo? Approfondiremo meglio questo argomento il prossimo 14 Giugno a Roma, in occasione del workshop di 7 ore “Tu sei il tuo messaggio”! Cosa aspetti? Contattaci ora per avere maggiori info e iscriverti!

Potrebbero intressarti anche

Come Sviluppare Una Comunicazione Persuasiva: 4 Consigli ai Liberi Professionisti

Oggi la comunicazione, soprattutto in ambito professionale, è sempre più complessa.

leggi tutto

Come Comunicare in Pubblico: i Suggerimenti di Speaking To Life ai Sales Account

Una comunicazione efficace ed efficiente si rende sempre più utile soprattutto al giorno d’oggi

leggi tutto

Come Costruire Uno Speech Efficace e di Successo? Scrivi per l'Orecchio!

Come creare uno speech interessante, che catturi l’attenzione di chi ascolta?

leggi tutto

Contattaci

Siamo pronti a rispondere a ogni tua domanda.
Scrivici ora, ti ricontattiamo tempestivamente!

A cosa sei interessato?

Quale di queste professioni
si avvicina di più alla tua?

Un’ultima domanda:
parli già in pubblico?

Abbiamo fatto!
Ti chiediamo solo di compilare questi ultimi dati prima di inviarci la tua richiesta.
Ti richiameremo noi.

Continuando dichiaro di accettare l'informativa sulla privacy


Contattaci

Continuando dichiaro di accettare l'informativa sulla privacy

Nei tuoi speech con clienti e investitori sai comunicare in modo interessante e coinvolgente?

Abbiamo un fantastico regalo per Te!
Compila il modulo e scarica la nostra check list su come costruire obiettivi ben formati.

Continuando dichiaro di accettare l'informativa sulla privacy